giovedì 25 agosto 2011

LETTERA RACCOMANDATA




All'attuale classe dirigente,coalizione di maggioranza e di opposizione.
Palazzo di Montecitorio
Piazza di Montecitorio. Roma (RM) CAP: 00186
. . . . . . . . . . . . . . . . .
. . . . . . . . . . . . . . . . .



Raccomandata



Oggetto: notifica di licenziamento

Egr. Signori,
la presente per comunicarvi il vs licenziamento al termine del preavviso a decorrere dal giorno 10/09/2011,così come previsto dal CCNL.
Tale provvedimento viene adottato per le seguenti motivazioni: Mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati,vs comportamenti non più in linea con gli scopi dell'azienda Italia rappresentata da tutti i cittadini,taglio dei costi non più sostenibili dell'azienda suddetta,intenzione dell'azienda a proseguire strade diverse non più corrispondenti al rapporto in essere,mancanza in seguito all'adeguamento dell'azienda di future figure d'inquadramento adatte alle vs esigenze.

Nel ringraziarvi per la proficua collaborazione,vi invitiamo in attesa di ns comunicazione relativa alla restituzione delle spettanze indebitamente percepite, a prendere contatto con gli Uffici di collocamento pubblici e privati delle vs rispettive città muniti del libretto di lavoro,in modo così da accelerare il vs eventuale reinserimento al mondo del lavoro.

Distinti saluti.

Luogo e data   Cagliari  25/08/2011

Firma
IL POPOLO ITALIANO
(spazio firme)
Giuseppe Della Canfora
Liliana Pace
Ippolita Zecca
Paolo Rivera
Giovanni Greco
Manuela Bellandi
Andrea Mereu
Bernardo Piemonte
Serena Ventrice
Mauro Bellaspica
Angelo Fragomeni
Corrado Curreli
Rosario Sudano
Carlo Torre
Giacomo Manna
Ylenia De Luca

Andrea Canevari
Giuseppe Avati
Vincenzo Stellato
Yuri Giannarelli
Francesco Abbate
......................................
.....................................
.....................................
.....................................
___________________________________

La procedura per l'intimazione del licenziamento è disciplinata nell'articolo 2 della legge 604/1966 e dalla legge 108/1990. Secondo l'articolo 2119 del codice civile.
YOUR ARE FIRED!

37 commenti:

  1. certo che firmo , a chi devo lasciare i miei dati?

    RispondiElimina
  2. Ciao uto devi solo scrivere nome e cognome quì nello spazio commenti,poi io lo metto su,e successivamente invio al ministero usando Windows live mail.
    P.S. Grazie

    RispondiElimina
  3. Ciao io leverei proficua comunque se vuoi segnare anche me Mereu Andrea

    RispondiElimina
  4. aggiungi la mia firma:
    bernardo piemonte

    RispondiElimina
  5. firmo, perchè credo sia importante più che per noi,per i nostri figli, per il mio bimbo di 3 anni a cui lascio in eredità un paese allo sfacelo economico,sociologico e ambientale. lamentarsi non basta.iniziamo a fare qualcosa di concreto sia nel nostro piccolo che aderendo ad iniziative come questa.
    serena ventrice
    p.s. se falcone, borsellino, i ragazzi della scorta, avessero pensato "tanto non serve a niente", magari sarebbero ancora vivi, ma non avrebbero lasciato quel lumicino di coscienza che si dovrebbere accendere in ognuno di noi ogni volta che li sentiamo nominare.

    RispondiElimina
  6. Grazie Serena,anche x il commento.

    RispondiElimina
  7. Mauro Bellaspica (inseriscimi) Come fate a verificare la veridicità del nominativo?

    RispondiElimina
  8. Dovete un attimino correggere la lettera, altrimenti si fanno solo una grossa risata.
    Dunque:
    - obiettivi e non obbiettivi.
    - accelerare e non accellerare.
    -alla fine della lettera:
    eventuale reinserimento nel mondo del lavoro e non "eventuale reinserimento al mondo del lavoro".

    Correggete e dopo firmo.
    Saluti.

    RispondiElimina
  9. Grazie mille Mauro,purtroppo ora che ho risolto il problema relativo all'inserimento dei commenti non è più possibile,prima era settato sui google accounts. :|
    Cmq ancora qualche giorno e si farà con il classico banchetto a p.zza Montecitorio.

    RispondiElimina
  10. X l'anonimo,ti ringrazio x la correzione,accele rare mi ha preso davvero alla sprovvista,invece le virgolette...non ci sono proprio. Ciao.

    RispondiElimina
  11. X TUTTI COMMENTI,CORREZIONI,PARERI,ECC,SONO E SARANNO SEMPRE I BENVENUTI IN QUESTO BLOG. :)

    RispondiElimina
  12. ok, l'anonimo della correzione ero io, cioè Angelo Fragomeni, puoi inserire il mio nome? Grazie.
    Comunque, non per essere pessimista, ma penso che insabbieranno anche queste firme, come quelle raccolte da Grillo (le famose 350.000 che non hanno tenuto in considerazione.

    RispondiElimina
  13. X Angelo la lettera è la stessa che si manda ad un qualsiasi lavoratore,e va ad aggiungersi alle varie iniziative,e al mio prossimo sciopero della fame in sedia a rotelle a Montecitorio affianco a Gaetano Ferrieri.
    Io davvero non posso non provarci a fare qualcosa,anche se la vedo nera. Ciao.

    RispondiElimina
  14. Si e la tua iniziativa è lodevole, io sono con te e con tutti quelli che hanno davvero a cuore il desiderio di cambiare la situazione.Angelo.

    RispondiElimina
  15. Prego inserire anche il mio nome. Grazie.

    Carlo Torre

    RispondiElimina
  16. Grz Rosario,e grz anche a Carlo :)

    RispondiElimina
  17. ciao Giuseppe, finalmente sono tornato e presto vengo a trovarti per complimentarmi di persona per la tua iniziativa. intanto metti anche il mio nome, Giacomo Manna. di certo sarà dura ma bisogna tentarle tutte prima che questi maledetti ci annientano. a presto

    RispondiElimina
  18. prego inserire anche il mio nome:
    YLENIA DE LUCA (LECCE)
    Grazie

    RispondiElimina
  19. Anche il mio nome, please: Mariagrazia Vergine

    RispondiElimina
  20. letta .. condivisa su tutti i socialnet di cui faccio parte e firmata: Vincenzo Stellato

    RispondiElimina
  21. vi stimo!!!! l'ho resa pubblica su fb!!!! :)

    RispondiElimina
  22. Yuri Giannarelli...........

    RispondiElimina
  23. appoggio al 100%, peccato che a sti ladri non interessi la nostra lettera, la ignorerebbero come sempre han fatto anche se ci fossero 65 milioni di firme. bisogna mandarli fuori con la forza. al governo, alle regioni, alle province, via tutti e al loro posto dei lavoratori come tutti gli altri a 1500 euro al mese.

    francesco abbate

    RispondiElimina
  24. Grz. Francesco,le lettere di licenziamento sono cmq state consegnate a mano hai politici nel mese di settembre 2011.
    Ciao.

    RispondiElimina