domenica 15 gennaio 2012

PRENDETEVI TUTTO!!!

                    


                            



Ed ecco il nuovo grattino con cui il prof. Monti & co. farà uscire l'italia da tutti i guai.
(Grattino offerto gentilmente dagli amici del bar diamante di Cagliari).

...Certo che oggi è proprio un giorno alla soffri & spingi sia a causa della decisione delle agenzie di rating,sia a causa della politica seguita dalla BCE.
La decisione delle agenzie di rating infatti metterà uno stop alla possibilità che molti fondi pensione e di investimento comprino titoli italiani,dovranno anzi liberarsi della eccedenza alla percentuale fissata.
Tutto ciò tenderà quindi tramite una compressione della domanda a far rimanere gli interessi sui titoli di stato italiani alti costringendo il governo  a proseguire le politiche stagflatiche fin quì seguite, infatti ciò e causa dell'aumento di tariffe iva e accise recessive a causa di un più negativo percorso della curva di domanda e offerta dovute al drenaggio di reddito ai consumatori e all'aumento dei costi non direttamente produttivi per le imprese.
E mentre ci sarà un effetto demoltiplicativo della recessione sull'inflazione ci sarà purtroppo un effetto moltiplicativo a parità di cedolini nominali disponibili come sta avvenendo,e dell'inflazione sulla recessione.

Riguardo invece la politica della BCE dico solo che dovrebbe fare gli interessi di tutti i paesi dell'euro non solo della Germania basterebbe che facesse una politica monetaria più simile alla banca centrale inglese o alla FED U.S.A non è chiedere molto.
Ma certo alla Germania conviene un costo a parità di puri prezzi di produzione così  può garantire un prezzo del bene più basso per es. nel confronto con l'italia a causa di un costo del denaro più basso, a parità di rischio d'impresa, dovuto a un più elevato rischio paese e a una maggiore tassazione, a causa di una maggiore richiesta di risorse dello stato italiano rispetto a quello tedesco dovuto anche ai maggiori tassi sul debito dell'italia
Si crea così uno spread di competitività tra imprese italiane e tedesche non derivante dalla reale efficienza delle stesse imprese.
Se prima si poteva avviare a questo spread competitivo tra l'altro esogeno alle imprese tramite una svalutazione ora è compito della BCE se vuole fare gli interessi di tutti gli stati membri bilanciare il rigorismo tedesco con la politica monetaria espansiva nella fattispecie stampare moneta per acquistare titoli di stato e far rimanere gli interessi a livelli sostenibili necessaria ad altri stati.
Fonte: dott.comm.sbrag. Cotoletta Joe

Nessun commento:

Posta un commento