mercoledì 8 agosto 2012

ARRESTATO PER FURTO DI CORRENTE SAMUELE PICCOLO EX VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ROMA ! ! !




L'ex consigliere pdl accusato, con la madre e il padre, di aver manomesso il contatore Enel della sua villa a Zagarolo. La procura di Tivoli ha disposto i domiciliari per tutti e tre per furto di corrente elettrica.



Bolletta della luce gratis per la famiglia Piccolo. Una nuova vicenda giudiziaria per l'ex vicepresidente del consiglio comunale Samuele Piccolo, questa volta finito nei guai con il padre Raffaele e la madre Elena Ceravolo. Il rappresentante del Pdl è stato infatti arrestato in flagranza di reato dai carabinieri con i genitori il 2 agosto scorso, per furto aggravato di energia elettrica, nelle abitazioni nel comune di Zagarolo dove sono ai domiciliari per l'inchiesta legata al riciclaggio e alla distrazione dei fondi neri destinati alla campagna elettorale.

Durante un controllo su alcuni contatori della luce la squadra verifiche dell'Enel aveva riscontrato alcune anomalie sui consumi in due ville: in via Prato Nuovo e in via Sant'Apollaria Nuova di proprietà rispettivamente dei coniugi Piccolo e dell'ex consigliere capitolino. Così sono stati mandati sul posto alcuni dipendenti della società elettrica ma il padre si è opposto ai controlli tanto che alla fine sono dovuti intervenire i carabinieri della compagnia di Palestrina perché venissero approfonditi gli accertamenti. E il contatore è risultato manomesso: non registrava il consumo di corrente elettrica e permetteva di utilizzare la luce senza pagare nemmeno un centesimo all'Enel. Inoltre un'ulteriore modifica faceva sì che la potenza utilizzata fosse più alta rispetto a quella prevista, ma ufficialmente le due abitazioni risultavano senza allaccio di energia oramai da anni.

I carabinieri con gli ispettori dell'Enel a quel punto hanno esteso il controllo anche nella villa di proprietà di Samuele Piccolo, visto che la banca dati dei consumi elettrici segnalava delle anomalie anche lì. Il controllo infatti è risultato positivo. Lo stesso blocco al contatore con una modifica fatta ad arte, permetteva a Samuele Piccolo di utilizzare gratis la corrente elettrica, senza limitazioni di potenza. L'Enel, che ha sporto denuncia nei confronti di tutta la famiglia e ha quantificato un danno economico pari a migliaia di euro. L'arresto disposto dal sostituto procuratore di Tivoli, Filippo Guerra, è stato convalidato ma i legali dei Piccolo hanno chiesto i termini a difesa prima di discutere l'udienza.

E proprio l'ex consigliere Pdl durante il suo mandato aveva più volte plaudito le forze dell'ordine quando arrestavano cittadini che con forti difficoltà economiche manomettevano i contatori. Questa ennesima vicenda si aggiungente a quella ancora oscura emersa nei giorni scorsi e legata all'autista di Samuele Piccolo, il vigile urbano Fabio Finili, che acquistava per sé e per conto dell'ex consigliere Pdl, dosi di cocaina dai Casamonica alla Romanina. Un'indagine sulla quale i procuratori aggiunti Alberto Caperna e Pierfilippo Laviani, insieme ai sostituti Paolo Ielo, Mario Palazzi e Barbara Sargenti, stanno lavorando e che potrebbe riservare nei prossimi giorni dei colpi di scena.

FONTE: http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/07/news/nuovo_arresto_per_piccolo_ruba_l_elettricit_in_casa-40552981/



  



. . . . . . . . . OOOOHHHHHHH!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento