giovedì 28 febbraio 2013

FORMARE UN GOVERNO ! ! !

Le difficili scelte del M5S.         

Il grande successo elettorale del m5s pone un grosso problema, specialmente per un movimento al suo esordio in parlamento, come spendere politicamente i suoi 54 senatori?

 La posizione iniziale condivisa da tutti i suoi componenti consiste nel votare solo i provvedimenti coerenti con le idee e i programmi del movimento,posizione questa irrealizzabile. Il governo non è eletto automaticamente come nelle repubbliche presidenziali, ma necessita della fiducia del parlamento. Cioè per attuare i/o alcuni punti del programma del movimento è necessario un accordo a monte, in questo caso del PD con il M5S.

Le possibilità sono: 1) Un alleanza organica col PD . E' evidente che, come in tutti gli accordi, non è che si può dire facciamo tutto quello che diciamo noi e quello che dite voi invece VAFFANCULO,con un alleanza organica si avrebbe più controllo sull' azione di governo. ma cedendo su alcuni punti e rischiando comunque che molti provvedimenti cari ai 5S siano insabbiati in parlamento,il M5S  rischierebbe fra 2 anni di andare alle elezioni con sopra il groppone un appoggio ad un governo che è più quello che non ha fatto, che non quello che è stato invece realizzato del programma 5S.
 2) Oppure i parlamentari del M5S potrebbero anche uscire dall' aula, abbassando così il quorum di fiducia per facilitare al governo PD l'ottenimento della fiducia stessa,e poi votare solo alcuni provvedimenti su cui si è  d' accordo,ma il comportamento del M5S non basterebbe al PD che dovrebbe concordare con la lista Monti un comportamento analogo che ovviamente non sarebbe gratis.

Naturalmente per gli altri provvedimenti. non in linea col programma 5S il PD sarebbe libero di cercare un accordo parlamentare con Monti e col PDL. Risultato analogo a quello di prima, fra 2 anni elezioni con sopra il groppone l'aver permesso la nascita di un governo il cui programma ha scontentato gli elettori del 5S.
3) Oppure il M5S potrebbe non favorire la nascita di un governo PD,a quel punto il PD si vedrebbe costretto a cercare un alleanza col PDL,o in alternativa  andare a nuove elezioni.
Secondo voi qual è l'ipotesi più probabile?
 In caso di accordo PD-PDL alle prossime elezioni il M5S rischierebbe veramente di sfondare molto più di quanto ha fatto adesso. Se invece  si andasse alle elezioni subito, tutto sommato il 5S rischierebbe di perdere voti in quanto alcuni elettori che a queste elezioni hanno votato M5S potrebbero voler dare un voto di governabilità.
Ora che il M5S ha ottenuto una pattuglia parlamentare così folta, il movimento si trova a dover fare delle scelte difficili. Una cosa è fare campagna elettorale, cosa ben diversa  è portare avanti il mandato che si è ricevuto dagli elettori.

(Autore) Giovanni Greco (masterizzato "illegalmente" a Chicago)




Nessun commento:

Posta un commento