lunedì 16 febbraio 2015

ATTACCO ALL'ISIS DI DUE POVERI SCEMI ! ! !






LIBIA, AMBASCIATA. "ITALIANI VIA DAL PAESE". GENTILONI: "SIAMO PRONTI A COMBATTERE"





LIBIA, RENZI. "CI VUOLE MISSIONE ONU PIU' FORTE E ITALIA PRONTA A FARE LA SUA PARTE"



Toh! ... Eccone un altro che apre bocca senza prima aver acceso il cervello,purtroppo questa volta si tratta (ahimè!) del presidente del consiglio (Renzi),la cui disgraziata esternazione se aggiunta a quella del  ministro della difesa (Gentiloni) non permette di certo da parte dei fondamentalisti dell'isis di far finta di non aver sentito,ne di prendere le suddette dichiarazioni come battute umoristiche.
Ora se ci aggiungiamo le ben note scarse doti degli islamici nel accettare battute e scherzi direi che la faccenda non si mette per niente bene,e mi chiedo come non potrà avere esagerate ripercussioni.



Se ad es. un attentato qui da noi oltre a provocare morti e feriti distruggesse,o meglio danneggiasse seriamente qualche fondamentale monumento millenario (ad es. il colosseo o altro) che si fa?
Chi governa lo sa che esistono cose irreparabili con il cemento ed irrisarcibili dal denaro?
A quel punto tutti noi,che mi sento di inserire TRA I TOTALMENTE CONTRARI alle dichiarazioni di quelle 2 TESTE DI MINCHIA,non saremmo di fatto obbligati davvero a difenderci?
E con il fatto che la storia insegna che il popolo se obbligato a difendersi lo fa nel peggiore e più sbagliato dei modi come la mettiamo?
Con questo che si fa???

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina